Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

La giornata è cominciata con una cattiva notizia, una delle tante in questa lotta contro il tempo per scongiurare la catastrofe nucleare, quando con fiducia si pensava al contenimento del reattore n4, messo a "dormire" e risvegliatosi per la concentrazione radioattiva degli altri. Nella centrale di Fukushima il vero mostro è il n3 con il suo potenziale di morte, costituito dal mox, il combustibile che è una miscela di uranio e plutonio, altamente radioattivo.

La messa in sicurezza del reattore n3 "è la priorità", ha messo in chiaro il portavoce del governo, Yukio Edano, poco dopo l'intervento "disperato" degli elicotteri della Self-Defence Forces, le Forze armate nipponiche, sui reattori 3 e 4, con lo scopo principale di fornire acqua alle vasche di stoccaggio degli elementi di combustibile. La stessa operazione è stata poi effettuata con gli idranti fino al tardo pomeriggio.

La radioattività era data in aumento, almeno nell'immediato, ma progressivamente anche le temperature sono scese, concedendo agli esperti il tempo prezioso per completare domani il ritorno dell'elettricità e dell'acqua nelle piscine di stoccaggio.

Nel mentre crescono i dubbi sulle informazioni diffuse dal governo giapponese, messe ad esempio sotto accusa dal New York Times e definite "insufficienti, poco chiare e tempestive", il rischio di contaminazione dal sito resta significativo e diversi Paesi, come Usa (che hanno autorizzato l'evacuazione delle famiglie del personale d'ambasciata) e Corea del Sud, hanno invitato i propri cittadini ad allontananrsi almeno dal raggio di 80 km dalla centrale di Fukushima.

Se il bollettino meteo prevede una tregua per sabato, quello di vittime e dispersi continua a salire, oltre quota 20.000, in base ai dati ufficiali della polizia. La prefettura di Miyagi, tra le più violentemente colpite dal devastante sisma/tsunami di venerdì, ha deciso di rinunciare alle cremazioni e di passare alle inumazioni nelle località in cui i numeri macabri di corpi sono diventati decisamente consistenti.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.








Teaser Longform The citizens' meeting

Non mancate il nostro approfondimento sulla democrazia diretta svizzera

1968 in Svizzera

SDA-ATS