La Borsa di Tokyo trova la forza per il rimbalzo, in una giornata ancora difficile per la messa in sicurezza della centrale nucleare di Fukushima, e chiude gli scambi con un recupero del 5,68%.

Dopo il tracollo della Borsa di Tokyo di ieri (-10,55%), la Bank of Japan (BoJ) ha portato l'iniezione di liquidità a 13.800 miliardi di yen (oltre 120 miliardi di euro) per sostenere i mercati.

Dopo le prime due tranche di prestiti alle istituzioni finanziarie a breve termine, si sono aggiunti altri 8.800 miliardi in programma per domani e dopodomani, a fronte di specifici collaterali.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.