Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

"Non ci sono prove che le radiazioni fuoriuscite dalla centrale giapponese si siano propagate all'estero". Questa la dichiarazione di Michal O'Leary, rappresentante in Cina dell'Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS), in un comunicato diffuso stamattina a Pechino.

"L'Oms vuole assicurare i governi e i cittadini che non si sono prove della diffusione. Invitiamo tutti a non credere e fermare le voci che circolano via sms su pericoli di diffusione delle radiazioni, che hanno il solo scopo di essere nocivi alla morale pubblica".

Ieri e oggi sono circolati sui cellulari cinesi diversi messaggi che, riprendendo false notizie, parlavano di pericoli di radiazioni in Cina invitando a comprare medicinali iodati, impermeabili per le piogge acide e a restare in Casa. Messaggi apparsi anche su internet, dove diversi motori di ricerca cinesi hanno bloccato la ricerca delle parole "fuga nucleare" per evitare il diffondersi di notizie false e di paura.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS