Navigation

Giappone: pesanti nevicate, 53 morti e centinaia di feriti

Questo contenuto è stato pubblicato il 01 febbraio 2012 - 19:44
(Keystone-ATS)

Le eccezionali nevicate che si stanno abbattendo soprattutto sul Giappone settentrionale e occidentale hanno finora causato 53 morti, centinaia di feriti, ingenti danni al sistema produttivo e gravi disagi ai trasporti.

Le precipitazioni nevose, ha messo in guardia la Japan Meteorological Agency, andranno avanti fino a venerdì con particolare riferimento alle aree che si affacciano sul Mar del Giappone.

Oltre 4 metri di neve si sono accumulati nella città di Sukayu, prefettura di Aomori, mentre zone delle province di Yamagata e Niigata registrano livelli record oltre i 3 metri.

Il fenomeno sta interessando principalmente cinque prefetture nord-occidentali, con il bilancio più pesante in termini di vite umane registrato a Niigata (12) e Hokkaido (11). A Semboku, prefettura di Akita, tre persone sono morte dopo essere state travolte da una valanga mentre erano impegnate in una delle attività più amate dai giapponesi: i bagni all'aperto nelle acque riscaldate naturalmente dai fenomeni vulcanici, disponibili a migliaia negli "onsen", le tipiche spa nipponiche.

I feriti, in modo più o meno grave, sono saliti a quota 574, mentre numerosi comuni hanno chiesto assistenza al governo centrale anche a causa dell'esaurimento dei fondi per spazzare via la neve.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?