Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Il superamento dell'economia stagnante è la priorità con cui il Giappone deve misurarsi. Lo ha detto nel discorso di apertura della sessione parlamentare il premier giapponese Shinzo Abe.

Il governo e la Bank of Japan (BoJ) "lavoreranno per una cooperazione più solida", in linea con la nota congiunta della scorsa settimana, per raggiungere l'obiettivo di inflazione al 2% nel più breve tempo possibile.

Rinfrancato dal gradimento popolare registrato dai sondaggi, Abe ha condannato l'attacco terroristico in Algeria che ha causato la morte di 37 stranieri, di cui 10 giapponesi, dichiarando che è intenzione del suo governo continuare "a lottare contro il terrorismo, in collaborazione con la comunità internazionale".

Maggiori sforzi, ha promesso, per le 300.000 persone ancora in condizioni provvisorie, vittime del sisma/tsunami dell'11 marzo 2011 e della crisi nucleare di Fukushima.

In politica estera, Abe ha detto che "la situazione che circonda il nostro Paese sta diventando sempre più grave", in un apparente riferimento ai rapporti tesi con la Cina sulla sovranità delle Senkaku/Diaoyu, isole controllate da Tokyo e rivendicate da Pechino, e alle nuove attività nucleari e missilistiche minacciate dalla Corea del Nord.

"È mio impegno - ha concluso il premier - lavorare per proteggere con decisione alla difesa di cittadini e territorio giapponesi".

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS