Navigation

Giappone: rimpasto governo per salvare riforma fiscale

Questo contenuto è stato pubblicato il 13 gennaio 2012 - 08:01
(Keystone-ATS)

Il primo ministro giapponese Yoshihiko Noda ha deciso un rimpasto di governo cambiando cinque ministri, compreso il controverso titolare della Difesa, nel tentativo di ottenere il sostegno dell'opposizione per un progetto di innalzamento delle tasse sui consumi.

"Il primo ministro ha deciso di ritoccare il governo e ha ricevuto le lettere di dimissioni dei suoi ministri", ha dichiarato il portavoce dell'esecutivo, Osamu Fujimura, annunciando la lista dei ministri, 17 come nel precedente governo di cui 5 nuovi.

Noda ha chiamato al suo fianco come vicepremier un peso massimo del Partito democratico al potere, Katsuya Okada, che sarà incaricato di due delicati dossier, la riforma dell'imposta sui consumi e quella del welfare.

Fuori invece il ministro della Difesa, Yasuo Ichikawa, e il ministro del consumo e della sicurezza pubblica, Kenji Yamaoka, entrambi censurati dal Senato controllato dall'opposizione lo scorso dicembre. Il dicastero della Difesa è stato affidato a Naoki Tanaka, 71 anni, genero dell'ex primo ministro Kakuei Tanaka

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?