Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Il livello di radiazioni alla centrale nucleare di Fukushima 1 è in aumento dopo il getto di acqua ad alta pressione sul reattore n. 3 da parte degli automezzi della Self-Defense Forces, le Forze armate nipponiche. Lo ha riferito la Tepco, la società elettrica che gestisce gli impianti, citata dall'agenzia Kyodo.

Al termine di questa inedita operazione di spegnimento il livello intorno agli edifici, in particolare, è passato da 3700 a 4000 microsievert/h.

La Tepco non è ancora riuscita a ripristinare l'erogazione dell'energia elettrica nella centrale danneggiata. L'elettricità è necessaria per rimettere in funzione gli impianti di pompaggio dell'acqua, necessari per immettere nei reattori liquido per raffreddare le barre usate ma non ancora esaurite, dalle quali attualmente vi sarebbero le maggiori emissioni radioattive.

Oggi il direttore generale dell'Aiea, il giapponese Yukiya Amano, è partito da Vienna per Tokyo e ha detto di sperare di poter visitare il sito di Fukushima per farsi di persona un'idea della situazione.

Intanto l'emittente tv Nhk ha annunciato che una nuova scossa di magnitudo 5,8 si è registrata poco fuori da Tokyo, con epicentro al largo delle coste della prefettura di Ibaraki, a nord della capitale.

L'Ufficio geologico americano ha nel frattempo scelto il nome del terremoto che ha colpito venerdì il Giappone: Tohoku, come la regione più colpita dal disastro.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS