Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

La Cina contesta il piano d'acquisto delle Senkaku, isole nel mar Cinese orientale, cui sta lavorando il governo nipponico, come detto dal premier, Yoshihiko Noda.

"Ogni passo unilaterale sotto qualsiasi forma da parte del Giappone è illegale e non valido", ha replicato il ministero degli Esteri in una nota, assicurando che sulle Diaoyu (il nome cinese delle isole) "sarà protetta la nostra sovranità in modo categorico" con le misure necessarie. Le Senkaku sono nel controllo del Giappone, ma rivendicate da Cina e Taiwan.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.








swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS