Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Il Giappone non sarà socio fondatore alla Asian Infrastructure Investment Bank (Aiib), la banca per lo sviluppo asiatico promossa dalla Cina, nell'ultimo giorno utile per manifestare la propria adesione, salite nel frattempo a più di quaranta.

"Non c'è alcuna necessità di partecipare rapidamente", ha detto il premier Shinzo Abe, in una riunione di alto livello del partito Liberaldemocratico, di cui è presidente. Abe, riferisce l'agenzia Kyodo, ha ribadito i dubbi su standard di governance e processo di selezione per la concessione dei prestiti.

"Gli Stati Uniti ora sanno che il Giappone è affidabile", ha proseguito, in merito al fatto che, ad esempio, quattro Paesi del G7 (Germania, Gran Bretagna, Francia e Italia) hanno aderito alla Aiib, così come anche la Corea del Sud, altro partner chiave di Washington nel Far East.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS