Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

In occasione della Giornata delle porte aperte al palazzo dell'ONU a Ginevra, è stata inaugurata oggi nel parco l'opera "Rebirth" (rinascita) dell'artista italiano Michelangelo Pistoletto, composta da 193 pietre, rappresentanti gli attuali 193 Paesi membri dell'ONU.

La vasta installazione artistica, ispirata al simbolo dell'infinito, è stata svelata in presenza dell'artista, del direttore generale dell'Onu a Ginevra Michael Moller, di numerosi ambasciatori, ospiti tra i quali l'ex segretario generale dell'Onu Kofi Annan, e un folto pubblico. La giornata è stata indetta per celebrare i 70 anni delle Nazioni Unite, ha sottolineato un portavoce.

Ogni pietra dell'istallazione è stata data da un Paese diverso. L'insieme è disposto al suolo nel parco per disegnare il simbolo della "rinascita". "Per il 70esimo anniversario dell'Onu "Rebirth" è segno di un nuovo inizio, il simbolo della rinascita che incarna lo scopo e la missione delle Nazioni Unite: la ricerca di equilibrio tra tutte le idee divergenti, la creazione di un nuovo mondo di armonia attraverso il dialogo tra gli opposti, l'ispirazione a governare e fare politica secondo la promozione di uno sviluppo inclusivo e sostenibile", spiega una nota di Cittadellarte-Fondazione Pistoletto. L'opera è collocata in maniera permanente nel Parco Ariana al Palazzo delle Nazioni.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS