Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Un agente in civile della polizia ginevrina ha sparato oggi contro un giovane di 17 anni che aveva appena rapinato una farmacia nel centro di Ginevra. L'aggressore è stato colpito da un proiettile al ventre mentre si apprestava a fuggire a bordo di un'automobile rubata, sulla quale si trovavano una donna e un bebè.

Secondo quanto riferito dalla polizia, il giovane ha rapinato la farmacia - situata nel quartiere Jonction - poco prima delle 13:00, minacciando due impiegate con un'arma da fuoco. Ha poi fermato un'automobile e ne ha estratto il conducente. Un ispettore di polizia in civile, che aveva già notato l'individuo, ha tentato di arrestarlo mentre questi si trovava nella vettura.

Minacciato dal rapinatore con la sua arma, l'agente ha sparato un colpo, che ha ferito l'individuo al ventre. Il giovane si è tuttavia messo al volante ed è partito con l'automobile, mentre a bordo si trovavano ancora la donna e il bimbo.

Dopo poche decine di metri, il conducente ha perso il controllo della vettura, che ha investito una serie di motociclette e di scooter parcheggiati e si è fermata nel bel mezzo di un incrocio.

Immediatamente arrestato, il giovane è stato ricoverato in ospedale. La sua vita non è in pericolo. La donna e il bambino, dal canto loro, hanno subito un controllo medico ma sono illesi. Le prime indagini indicano che il giovane è un 17enne di origine svizzera. L'arma che brandiva è risultata fittizia. Il giovane rapinatore è stato denunciato al tribunale dei minori.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


Sondaggio svizzeri all'estero

Sondaggio

Cari svizzeri all'estero, le vostre opinioni contano

Sondaggio

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS