Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Statali ginevrini in sciopero il 10 novembre: riunito ieri sera in assemblea il personale cantonale ha deciso quasi all'unanimità - solo un'astensione - di sospendere il lavoro e di scendere in piazza per difendere le condizioni di lavoro e le prestazioni dello Stato.

L'agitazione punta a ottenere la revoca delle misure strutturali inserite dal governo nel progetto di preventivo 2016 e l'avvio di negoziati sul tema. Il comitato unitario di lotta - che raggruppa l'insieme dei sindacati e delle associazioni professionali del servizio pubblico - chiede in particolare che venga concesso il numero di impieghi necessario al buon funzionamento delle istituzioni, nel rispetto della qualità dei servizi prestati alla popolazione.

Davanti a una platea piena, i rappresentanti sindacali hanno ricordato che lo sciopero è un diritto costituzionale. Un servizio minimo può essere richiesto per garantire le prestazioni essenziali. Proprio a questo proposito vi sono però dei problemi: già ora infatti ospedali e polizia operano ad effettivi minimi.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS