Navigation

Ginevra: un morto e un disperso ieri nel Rodano

Con il grand caldo di questi giorni, molti bagnanti si gettano nel rodano a Ginevra KEYSTONE/MARTIAL TREZZINI sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 10 agosto 2020 - 16:18
(Keystone-ATS)

Fare il bagno nel Rodano a Ginevra può rivelarsi estremamente pericoloso. Ieri un 22enne ha perso la vita tuffandosi nel fiume, mentre un altro è dato per disperso da 24 ore dopo una nuotata alla confluenza con l'Arve.

Infine, una donna, che galleggiava sull'acqua interamente vestita, è stata ripescata ancora in vita dagli occupanti di un gommone.

La polizia cantonale ginevrina ha confermato all'agenzia Keystone-ATS questi tre incidenti riferiti oggi dalla Tribune de Genève.

Il giovane di 22 anni deceduto si era gettato in acqua dal "quai du Seujet". Travolto dalle turbolenze causate da una diga situata nelle vicinanze, è stato soccorso dalla polizia in uno stato preoccupante ed è morto nella notte tra ieri e oggi, ha rilevato il portavoce della polizia ginevrina Silvain Guillaume-Gentil.

L'uomo disperso nelle acque del Rodano, nella zona in cui il fiume confluisce con l'Arve, stava nuotando in compagnia di due amici. Questi ultimi sono poi riusciti a raggiungere la riva.

La donna coinvolta nell'ultimo incidente nel corso d'acqua non è ancora stata identificata, ma non è in pericolo di morte. La polizia ignora i motivi per i quali si trovasse vestita nel fiume.

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.