Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

All'aeroporto di Ginevra-Cointrin i doganieri hanno fermato ieri uno svizzero di 37 anni, domiciliato a Neuchâtel, che in due valigie aveva nascosto 50 kg di khat.

L'aereo proveniva dal Cairo, ma l'uomo, arrestato per infrazione alla legge sugli stupefacenti, era partito da Addis Abeba, capitale dell'Etiopia. Voleva vendere la sostanza a suoi conoscenti.

Il khat è coltivato soprattutto nell'Africa dell'Est e nella penisola arabica ed è vietato in Svizzera dal 1992.

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

SDA-ATS