Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

La prima lingua insegnata alle scuole elementari, dopo quella locale, deve essere nazionale e non l'inglese. È quanto indica un documento programmatico adottato oggi dai delegati della Gioventù socialista svizzera (GS), riuniti in assemblea a Sursee (LU).

In Svizzera la gente anche in futuro deve poter continuare a parlare tedesco, francese, italiano e romancio, indica un comunicato della GS diffuso questa sera. La comprensione reciproca è premessa di democrazia e progresso.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS