Un giudice federale americano ha temporaneamente bloccato lo Stato del Mississippi dall'eseguire le condanne alla pena capitale.

La decisione è stata presa in seguito ad una causa intentata da tre detenuti e basata sull'utilizzo di un mix di medicinali che, sostengono, non garantisce "una morte senza sofferenza" come dovrebbe.

La sfida legale è possibile appellandosi all'ottavo emendamento della Costituzione americana, che proibisce punizioni crudeli e disumane. La questione è da tempo al centro del dibattito sulla pena di morte dopo che in diversi episodi l'anestetico utilizzato non è risultato efficace al 100%, sottoponendo i condannati a una dolorosa agonia.

Parole chiave

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.