Navigation

Giura: respinta sospensione sgravi fiscali

I tetti del centro storico di Delémont KEYSTONE/LEANDRE DUGGAN sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 20 ottobre 2019 - 17:43
(Keystone-ATS)

I cittadini giurassiani hanno bocciato oggi con il 57,2% dei voti la modifica della legge sulle imposte che prevedeva una sospensione di un anno degli sgravi fiscali già decisi 15 anni fa. La partecipazione è stata del 41,8%.

Nel 2004 i giurassiani avevano approvato in votazione una diminuzione lineare dell'1% all'anno dell'imposizione delle persone fisiche per un periodo dal 2009 al 2020. La riduzione era già stata sospesa due volte, nel 2015 e nel 2017.

Viste le difficoltà finanziarie del canton Giura, Consiglio di Stato a Parlamento avevano deciso di differire gli sgravi anche nel 2020. Ciò non è piaciuto all'UDC che ha lanciato il referendum. Per il partito tale sospensione non rispetta la volontà popolare espressa nel 2004. Inoltre, secondo i democentristi, il cantone vive attualmente al di sopra dei suoi mezzi.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.