Navigation

Givaudan, vendite e utili in crescita anche nel 2019

Affari ancora una volta a gonfie vele. KEYSTONE/LAURENT GILLIERON sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 24 gennaio 2020 - 07:41
(Keystone-ATS)

Givaudan in robusta crescita anche nel 2019: la multinazionale ginevrina numero uno al mondo nel settore degli aromi e dei profumi ha visto i ricavi salire a 6,2 miliardi di franchi, in progressione del 12% rispetto all'anno prima (+6% su base comparabile).

Il risultato operativo a livello Ebitda è progredito dell'11% a 1,3 miliardi, mentre l'utile netto si è attestato a 702 milioni (+6%).

Agli azionisti verrà proposto un dividendo di 62 franchi, 2 in più che per l'esercizio precedente, informa la società in un comunicato odierno. Si tratterebbe così del 19esimo aumento consecutivo della retribuzione degli azionisti dallo sbarco in borsa nel 2000.

"I nostri eccellenti risultati per il 2019 dimostrano la forza della nostra attività e la nostra capacità di fornire costantemente risultati finanziari notevoli nel settore e di realizzare le nostre iniziative strategiche", afferma il Ceo Gilles Andrier, citato nella nota. "Sono molto soddisfatto dei risultati che abbiamo raggiunto".

Entrambe le divisioni del gruppo con sede a Vernier (GE) hanno contribuito in modo non indifferente all'espansione degli affari. Le vendite del comparto profumi sono salite - a perimetro confrontabile - del 7% a 2,8 miliardi, quelle dell'area aromi del 5% a 3,4 miliardi.

I vertici dell'azienda - che figura fra le 20 principali imprese quotate alla borsa di Zurigo - hanno confermato anche gli obiettivi di medio termine, che vertono su una progressione organica del giro d'affari di 4-5 punti percentuali superiore a quella del mercato. I dati comunicati stamane sono sostanzialmente in linea con le previsioni degli analisti per quanto riguarda il fatturato, mentre sono inferiori in relazione alla redditività.

La società è stata fondata nel 1895 a Zurigo da due fratelli, Léon e Xavier Givaudan: tre anni dopo l'azienda si spostò a Ginevra e creò uno stabilimento a Vernier. Oggi il gruppo è presente in 148 località al mondo, con 64 siti di produzione e 13'600 dipendenti. Givaudan stima che la sua quota di mercato nei settori di attività di sua competenza sia pari a circa il 25%, la più ampia fra le imprese attive nel ramo.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.