Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

GLARONA - Sospetti di brogli nelle elezioni glaronesi tenutesi alla fine di maggio: due candidati al Gran consiglio, un UDC e un socialista hanno ricevuto un numero inconsueto di voti preferenziali nella circoscrizione di Glarona Nord.
Vi sono elementi che fanno sospettare una frode, ma nel mirino non vi sono ancora persone precise, ha indicato oggi il consiglio di stato glaronese, che ha sporto denuncia penale contro ignoti. Verrà ora verificato se vi sono gruppi di schede compilate dalla stessa mano: a questo proposito sarà necessaria anche una perizia grafologica.
Entrambi i politici interessati hanno affermato di essere estranei a qualunque manipolazione: il candidato socialista ha mancato l'elezione, mentre il democentrista eletto in parlamento dovrà attendere la conclusione dell'inchiesta penale prima di poter giurare. Se fosse confermata la frode, vi sarebbero anche cambiamenti nella ripartizione dei seggi: UDC e PS perderebbero un mandato a testa, che sarebbero assegnati a PLR e Verdi.

SDA-ATS