Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Ivan Glasenberg, direttore generale di Glencore, gruppo zughese attivo nelle materie prime (foto d'archivio).

KEYSTONE/SIGI TISCHLER

(sda-ats)

Il direttore generale di Glencore, gruppo zughese attivo nelle materie prime, Ivan Glasenberg, nel 2016 ha percepito 1,509 milioni di dollari (1,51 milioni di franchi), mille dollari in meno dell'anno prima.

In teoria avrebbe potuto guadagnare molto di più, ossia 5,79 milioni di dollari, contando bonus e altri vantaggi sotto forma di azioni. Il dirigente trinazionale (sudafricano, australiano e svizzero) ha però rinunciato al lauto stipendio, come emerge dal rapporto annuale del gruppo pubblicato oggi.

Le remunerazioni degli amministratori sono rimaste identiche a quelle dell'anno precedente: il presidente del consiglio di amministrazione, Anthony Hayward, ha percepito 1,056 milioni di dollari.

Glasenberg, che ha compiuto 60 anni, rimane il secondo maggiore azionista della multinazionale con sede a Baar (ZG): ha una partecipazione dell'8,42%, mentre il primo azionista è il fondo statale Qatar Holding, con il 9%.

Glencore, gigante nato dalla fusione della britannica Glencore e della svizzera Xstrata, nel 2016 è è tornato nelle cifre nere con un utile netto di 936 milioni di dollari, contro la perdita di 8,1 miliardi dell'anno precedente. Occupa 155'000 persone nel mondo e opera in circa 150 siti.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS