Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Un incidente in moto costa il doppio rispetto a uno in auto.

Suva

(sda-ats)

A causa delle lesioni traumatiche multiple molto frequenti, un incidente in moto viene a costare il doppio rispetto a uno in auto. È quanto ha reso noto oggi la Suva, che con l'inizio della primavera ha analizzato i costi generati dagli incidenti con le due ruote.

La moto esercita un grande fascino, scrive l'organismo di assicurazione contro gli infortuni in un comunicato odierno. Il lato negativo è dato però dai costi elevati in caso di incidente. Un infortunio in moto genera spese molto più alte che uno in auto, bici, motorino o scooter.

Considerando i dati degli ultimi dieci anni, si evince che un incidente con le due ruote costa in media 20'000 franchi, mentre uno in auto circa 10'000. "I motociclisti subiscono infortuni molto più gravi", ha affermato la specialista di statistica alla Suva Sandra Degen, citata nella nota. "Rispetto agli incidenti con altri veicoli, la percentuale di infortuni gravi è molto più elevata. Questi casi comportano più di 90 indennità giornaliere e sono spesso causa di invalidità o decesso", ha aggiunto.

Gli infortuni con politraumi sono particolarmente costosi. Per un incidente senza fratture gli assicuratori versano 8000 franchi, mentre con fratture pagano 24'500 franchi, ossia tre volte tanto. La differenza è ancora più marcata in caso di lesioni traumatiche multiple: un incidente senza politrauma costa 5200 franchi, mentre in caso contrario vengono sborsati 19'600 franchi, ovvero quasi quattro volte di più.

I più recenti dati della Suva mostrano inoltre che gli uomini generano costi molto più elevati rispetto alle donne. I motivi sono svariati: in media i maschi provocano incidenti più gravi. Inoltre, l'indennità giornaliera versata è maggiore, il che significa che un uomo infortunato guadagna di più rispetto a una donna.

In caso di incapacità lavorativa totale, l'indennità prevista dalla legge sull'assicurazione infortuni (LAINF) è infatti pari all'80% del salario assicurato. Negli incidenti in moto la percentuale di uomini è pari all'86,8%, altro motivo per il quale i sinistri con le due ruote sono più costosi.

Nel 2% circa degli incidenti, le indennità giornaliere vengono ridotte per atto temerario o negligenza grave, ovvero corse, sorpassi spericolati, guida a velocità eccessiva, in stato di ebbrezza o sotto l'effetto di droghe. Chi contribuisce a prevenire questi infortuni, sottolinea Suva, aiuta a ridurre i costi e soprattutto sofferenze inutili.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS