Navigation

Gmg: Papa, sono stato bene in Spagna, grande nazione pluralista

Questo contenuto è stato pubblicato il 21 agosto 2011 - 18:56
(Keystone-ATS)

"Maestà, il Papa è stato molto bene in Spagna". Lo ha detto Benedetto XVI nel discorso all'aeroporto Barajas di Madrid prima di ripartire per Roma, dopo aver celebrato la XXVI Giornata mondiale della gioventù. Benedetto XVI è stato accolto al Pabellon de Estado dai Reali, che lo hanno accompagnato per alcuni minuti nella Sala d'onore.

"La Spagna è una grande nazione - ha sottolineato - che, in una convivenza sanamente aperta, pluralistica e rispettosa, sa e può progredire senza rinunciare alla sua anima profondamente religiosa e cattolica. Lo ha manifestato ancora una volta in questi giorni - ha aggiunto - dispiegando la sua capacità tecnica e umana in una impresa così rilevante e ricca di futuro come è quella di favorire che la gioventù affondi le sue radici in Cristo".

Dopo aver rinnovato i ringraziamenti a tutti gli organizzatori e le autorità papa Ratzinger ha spiegato che lascia "la Spagna contento e riconoscente verso tutti" e grato a Dio che gli ha "permesso di celebrare questa Giornata così ricca di grazia e di emozione, di dinamismo e di speranza".

In questi giorni, ha aggiunto, "abbiamo potuto sperimentare anche come la grazia di Cristo faccia crollare i muri ed elimini le frontiere che il peccato innalza tra i popoli e le generazioni, per fare di tutti gli uomini una sola famiglia che si riconosce unita nell'unico Padre comune, e che coltiva con il proprio lavoro e il rispetto tutto quello che Egli ci ha dato nella creazione". Benedetto ha concluso pregando per i giovani di Spagna e per la Spagna: "perchè questo grande Paese - ha detto - affronti le sfide del momento presente e continui ad avanzare nel cammino della concordia, della solidarietà, della giustizia e della libertà".

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.