Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Goldman Sachs mette in congedo amministrativo uno dei suoi consulenti finanziari, l'unico che avrebbe contribuito con donazioni alla campagna di Donald Trump. Lo riporta il New York Times.

L'uomo, Luke Thorburn, ha versato in totale 534,58 dollari alla campagna di Trump. Thorburn, il cui nome è apparso nei giorni scorsi sul New York Times come l'unico in Goldman Sachs che ha contribuito alla campagna di Trump, ha anche registrato la frase 'Make Christianity Great Again', usata su un sito che vende cappellini e oggetti simili degli stessi colori usati dalla campagna di Trump per lo slogan 'Make America Great Again'.

I dipendenti di Goldman Sachs possono perseguire opportunità di business all'esterno, ma devono ricevere il via libera dalla banca. Thorburn non avrebbe ricevuto alcun via libera. Il congedo amministrativo non retribuito è stato deciso da Goldman Sachs dopo aver sentito Thorbunr e aver valutato - riporta il New York Times - alcune discrepanze nella versione offerta.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS