Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Una religiosa bernese di 51 anni sarà la nuova eremita delle Gole della Verena (SO). Suor Benedikta è stata scelta stasera dal comune patriziale di Soletta tra 119 candidati provenienti da tutta Europa. Succede a Verena Dubacher, prima donna ad aver svolto tale funzione in 600 anni e che per motivi di salute ha lasciato l'eremo in marzo dopo cinque anni di servizio.

Il comune patriziale, ha annunciato il suo presidente in una conferenza stampa, ha scelto suor Benedikta - divorziata con quattro figli adulti e maestra d'asilo di formazione - all'unanimità con un'astensione. Già da luglio la 51enne, che conduce una vita da eremita già dal 2011, vivrà in una casetta costruita contro una roccia. Dovrà occuparsi del giardino e di due cappelle, quella di Santa Verena e di San Martino. Dovrà inoltre accogliere e guidare i turisti attraverso le gole.

L'eremo è una delle attrazioni turistiche della città di Soletta, è un patrimonio culturale di importanza nazionale e sottostà alla protezione dei monumenti. La stessa Verenaschlucht, percorsa da un sentiero alberato lungo il ruscello, è zona naturale protetta.

La storia dell'eremo viene fatta risalire addirittura fino all'anno 300 circa, quando in un angusto antro nella roccia avrebbe abitato Santa Verena in persona, secondo la leggenda giunta nell'attuale Svizzera dall'Egitto e grazie alla quale gli Alemanni si sarebbero convertiti al cristianesimo. Una delle due cappelle risale in parte al XII secolo. La prima notizia di un eremita abitante in questo luogo è del 1442. Dal 1588 è poi provata una serie ininterrotta di successori.

SDA-ATS