Tutte le notizie in breve

Google: concorrenti presentano a Ue nuovo ricorso su Android

Keystone/AP/VIRGINIA MAYO

(sda-ats)

I concorrenti di Google, riuniti sotto la sigla 'Open Internet Project', hanno presentato oggi un nuovo ricorso alla Commissione europea contro il colosso del web.

Lo accusano di aver imposto una serie di restrizioni ai produttori dei telefoni Android, con l'obiettivo di limitare la concorrenza.

È il secondo ricorso che riguarda il sistema operativo, il primo è già oggetto d'indagine dal 2016. La Commissione Ue ha fatto sapere che lo valuterà per capire se accoglierlo o meno.

"Google, in violazione delle regole Ue sulla concorrenza, ha di nuovo abusato della sua posizione dominante imponendo restrizioni ai produttori di apparecchi Android e agli operatori di telefonia mobile, con lo scopo di preservare e rafforzare la sua posizione dominante nel campo delle ricerche su internet", dicono i concorrenti in un comunicato. Secondo i rappresentanti di Open Internet, a danneggiarli sarebbe ancora l'obbligo che Google impone ai produttori di smartphone di pre-installare Google Search e Chrome.

Anche se sono disinstallabili, scoraggerebbero comunque l'utente che è costretto a compiere dei lunghi passaggi se vuole un browser alternativo.

SDA-ATS

 Tutte le notizie in breve