Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

PECHINO - Google dovrà "far fronte alle conseguenze" se continuerà a "violare le leggi e i regolamenti cinesi". Lo ha dichiarato oggi il ministro dell'industria e dell'informatica cinese Li Yizhong in una conferenza stampa a Pechino.
Il comportamento della compagnia informatica americana, che da gennaio non usa i "filtri" previsti dalla censura cinese per i contenuti che appaiono sul suo popolare sito web, è stato definito "irresponsabile e non amichevole" dal ministro.
La polemica è esplosa quando Google ha denunciato attacchi informatici alla posta elettronica di alcuni dei suoi clienti, aggiungendo che essi provenivano dalla Cina. Negoziati sono in corso tra esponenti di Google ed il governo cinese per trovare una soluzione accettabile alla controversia, secondo dirigenti di Google.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS