Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Dopo l'esperimento del Google Wallet, il gigante di internet rilancia la carta dei pagamenti 'mobile' sfidando Apple e Samsung: Android Pay - il sistema lanciato da Google a maggio - è ora disponibile negli Stati Uniti.

Lo annuncia l'azienda di Mountain View spiegando che il sistema che permette di effettuare pagamenti con i telefoni Android funziona già in un milione di negozi nel Paese. Il rilascio sarà graduale nei prossimi giorni.

Android Pay è basato sulla tecnologia Nfc (Near Field Communication), la stessa sfruttata da Apple Pay, da un anno disponibile negli Usa e da quest'estate anche nel Regno Unito: basta avvicinare il telefonino ad un lettore apposito per effettuare la transazione. Il lancio di Android Pay va a braccetto con la nuova versione del sistema operativo Android 6.0 (Marshmallow), in arrivo in autunno. La piattaforma di Google funziona con tutti i dispositivi Android (dalla versione 4.4 in poi) dotati di tecnologia Nfc. Android Pay permette di pagare con carte dei maggiori circuiti: American Express, Discover, MasterCard e Visa e consentirà di salvare carte fedeltà, coupon sconto e buoni regalo.

Sugli ultimi dispositivi Samsung (Galaxy S6, S6 Edge, S6 Edge+, Note 5), Android Pay potrà funzionare insieme al sistema di pagamenti 'mobile' del produttore sudcoreano: Samsung Pay, disponibile in Corea da fine agosto e negli Usa solo in fase di test. Quest'ultimo oltre alla Nfc, sfrutta anche un sistema che simula le "strisciate" delle carte di credito con banda magnetica ed è compatibile con i Pos esistenti.

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

SDA-ATS