Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Sui beni bloccati in Svizzera dell'ex presidente di Haiti Jean-Claude Duvalier è stata avviata un'azione di confisca in vista di un'eventuale restituzione allo Stato caraibico. Lo ha deciso oggi il Consiglio federale dopo l'entrata in vigore, all'inizio di questo mese, della Legge sulla restituzione degli averi di provenienza illecita (LRAI). Spetterà ai rappresentanti della famiglia Duvalier dimostrare che questi beni sono di provenienza lecita.

Gli averi Duvalier sono stati bloccati all'inizio di febbraio sulla base della LRAI, indica una nota odierna del Dipartimento federale degli affari esteri (DFAE). L'azione di confisca dei beni bloccati presso il Tribunale amministrativo federale (TAF) verrà condotta dal Dipartimento federale delle finanze (DFF) su mandato dell'esecutivo.

La legge prevede una scadenza di un anno per intentare un'azione di confisca da parte del DFF presso il TAF, precisa il comunicato. In caso contrario, il blocco degli averi decade.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS