Navigation

Governo: Haiti, avviata azione di confisca averi Duvalier

Questo contenuto è stato pubblicato il 02 febbraio 2011 - 12:58
(Keystone-ATS)

Sui beni bloccati in Svizzera dell'ex presidente di Haiti Jean-Claude Duvalier è stata avviata un'azione di confisca in vista di un'eventuale restituzione allo Stato caraibico. Lo ha deciso oggi il Consiglio federale dopo l'entrata in vigore, all'inizio di questo mese, della Legge sulla restituzione degli averi di provenienza illecita (LRAI). Spetterà ai rappresentanti della famiglia Duvalier dimostrare che questi beni sono di provenienza lecita.

Gli averi Duvalier sono stati bloccati all'inizio di febbraio sulla base della LRAI, indica una nota odierna del Dipartimento federale degli affari esteri (DFAE). L'azione di confisca dei beni bloccati presso il Tribunale amministrativo federale (TAF) verrà condotta dal Dipartimento federale delle finanze (DFF) su mandato dell'esecutivo.

La legge prevede una scadenza di un anno per intentare un'azione di confisca da parte del DFF presso il TAF, precisa il comunicato. In caso contrario, il blocco degli averi decade.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?