Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Una delegazione del Consiglio di Stato ticinese ha incontrato oggi a Palazzo delle Orsoline una delegazione della Direzione delle Ferrovie Federali Svizzere. Discussi numerosi temi legati alla mobilità pubblica in Ticino, e condiviso lo stato di avanzamento dei molti progetti che le FFS intendono concretizzare nei prossimi anni a sud delle Alpi.

La delegazione del cdS era composta dal Presidente Manuele Bertoli e dai Consiglieri di Stato Laura Sadis e Claudio Zali. Quella delle FFS era guidata dal Direttore generale Andreas Meyer e composta da Flavio Crivelli, Coordinatore regionale FFS sud, Jeannine Pilloud, Direttrice Traffico viaggiatori, Jürg Stöckli, Direttore Immobili e Jon Bisaz, Responsabile Energia presso Infrastruttura.

Il Governo e la Direzione FFS hanno espresso reciproca soddisfazione per la buona collaborazione nell'ambito dello sviluppo di progetti strategici, che mirano a un costante miglioramento dell'offerta ferroviaria in Ticino e – più in generale – della mobilità sull'asse Nord-Sud.

L'incontro ha permesso di prendere atto dello stato attuale della pianificazione dei servizi ferroviari previsti con galleria di base del San Gottardo, che verrà inaugurata ad inizio estate 2016 e aperta all'esercizio nel dicembre successivo. A essa sono legati altri progetti strategici, come la realizzazione della galleria di base del Ceneri e lo sviluppo del traffico regionale, che potrà offrire prestazioni molto più attrattive.

La realizzazione del “corridoio 4 metri” per l'asse del San Gottardo permetterà inoltre il trasporto dei semirimorchi con altezza laterale superiore ai limiti attuali e l'impiego di treni viaggiatori a due piani che assicurerà dunque miglioramenti sia nel trasporto merci transalpino sia nel trasporto delle persone.

Durante l'incontro sono stati affrontati anche progetti di carattere regionale, come lo sviluppo delle stazioni ferroviarie di Lugano, Bellinzona e Locarno-Muralto e la realizzazione di nuove fermate, come ad esempio quella di Bellinzona-Piazza Indipendenza abbinata al completamento del terzo binario tra Bellinzona e Giubiasco. Si tratta di progetti rilevanti per rendere il servizio ferroviario sempre più competitivo.

Si è poi fatto riferimento anche ad alcuni progetti territoriali più specifici, come quello legato allo sfruttamento delle acque del Ritom.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS