Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Condizioni speciali per il settore turistico.

KEYSTONE/STEFFEN SCHMIDT

(sda-ats)

Bisogna prorogare sino a fine 2027 l'aliquota speciale IVA del 3,8% sulle prestazioni del settore alberghiero. È l'opinione del Consiglio federale che oggi ha trasmesso il parere sul tema all'attenzione del Parlamento.

Alla luce della situazione tuttora difficile nel settore del turismo, causata anche dal franco forte, non è opportuno lasciar scadere l'aliquota speciale a fine anno, si legge in un comunicato governativo.

Un'iniziativa parlamentare chiedeva che l'aliquota speciale fosse inserita in modo permanente nella legge. Tuttavia, dopo la consultazione, la Commissione dell'economia e dei tributi del Nazionale si è pronunciata a favore di una proroga di 10 anni.

In tal modo si intende offrire sicurezza di pianificazione al settore, pur conservando la possibilità di sottoporre l'aliquota speciale a controlli regolari. Il Consiglio federale condivide questa posizione.

Dal 1996 al settore alberghiero viene applicata un'aliquota speciale a tempo determinato che è già stata prorogata cinque volte.

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

SDA-ATS