Tutte le notizie in breve

Le terme di Vals

KEYSTONE/GAETAN BALLY

(sda-ats)

Sarà la giustizia a fare chiarezza su eventuali risvolti penali della vendita della terme di Vals (GR) all'investitore Remo Stoffel. Il Consiglio di Stato grigionese ha infatti deciso di sporgere denuncia contro ignoti.

La denuncia è stata inoltrata su consiglio di un esperto indipendente di diritto penale e di lotta alla corruzione, professor Mark Pieth. Il governo ritiene che non vi siano le condizioni per agire nei confronti del comune, come aveva chiesto lo scorso anno un gruppo di cittadini inoltrando un ricorso di vigilanza. Per chiarire le accuse di rilevanza penale, ha però chiesto al professor Pieth di effettuare una verifica. Quest'ultimo ha raccomandato di sporgere denuncia penale contro ignoti affinché venga fatta chiarezza poiché sussistono questioni ancora aperte.

Nell'aprile del 2015, il professore di diritto Rainer J. Schweizer aveva dichiarato che la vendita delle terme di Vals a suo avviso "rientra tra i principali casi di corruzione verificatisi in comuni svizzeri ed è paragonabile al caso di Leukerbad". "Diverse persone coinvolte in misura sostanziale, con interessi personali e ignorando i doveri d'ufficio" hanno avviato le trattative e concluso l'affare senza rendere pubbliche tutte le cifre, aveva aggiunto. Per il professor Pieth anche nella fase di preparazione alla vendita ci sono punti poco chiari

La vendita delle terme di Vals a Stoffel era stata approvata dall'assemblea comunale il 9 marzo 2012. Un gruppo di cittadini si era opposto ritenendo il prezzo troppo basso.

SDA-ATS

 Tutte le notizie in breve