Navigation

GR: battuta d'arresto per centrale solare St. Antönien

Questo contenuto è stato pubblicato il 07 novembre 2013 - 17:17
(Keystone-ATS)

La più grande centrale solare in Svizzera probabilmente non sarà realizzata a St. Antönien (GR). La Confederazione ha infatti respinto la domanda di sovvenzioni da 2,4 milioni di franchi inoltrata dai promotori. Il progetto prevede l'installazione di pannelli solari sui ripari anti-valanghe.

Senza il sostegno finanziario di Berna, il progetto non può al momento essere realizzato. È "fortemente minacciato" anche sul lungo termine, ha detto oggi all'ats il sindaco della località grigionese, Jann Flütsch, confermato informazioni rivelate dalla trasmissione della SRF "10 vor 10".

Secondo il primo cittadino, attualmente non esistono alternative ad un finanziamento della Confederazione. Un ricorso contro la decisione dell'Ufficio federale dell'energia (UFE) non è escluso.

I promotori dell'iniziativa avevano chiesto un finanziamento tramite il fondo destinato ai progetti pilota. Secondo l'UFE, però, il progetto non può essere considerato pilota, poiché in Svizzera esistono già impianti solari costruiti sui riparti anti valanghe, anche se di dimensioni più modeste.

Disposto su 8 chilometri, la struttura anti-valanghe di St. Antönien verrebbe equipaggiata con pannelli solari che garantirebbero una produzione di 3,5 megawatt, sufficiente ad alimentare 1'200 economie domestiche. Gli investimenti sono stimati in 20 milioni di franchi.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.