Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Grave incidente di caccia nei Grigioni, dove si sono stati già due morti

Keystone/ARNO BALZARINI

(sda-ats)

Ancora un grave incidente di caccia nei Grigioni: presso Disentis, nella Surselva, un cacciatore ha sparato stamane per errore a un collega, prendendolo per un cervo, e lo ha ferito in modo serio.

L'incidente è avvenuto in una ripida zona boscosa nella regione Run Foppa/Sosut, durante una battuta di caccia cui prendevano parte cacciatori del luogo, scrive in una nota la polizia cantonale grigionese. A un certo momento uno dei cacciatori, appostato più in basso nel pendio, ha creduto di vedere un cervo e ha sparato, ma ha colpito a una coscia un collega che si trovava più in alto. L'uomo è stato trasportato in gravi condizioni all'ospedale cantonale a Coira. La polizia ha avviato un'inchiesta per chiarire le circostanze dei fatti.

Quello avvenuto oggi è il terzo grave incidente di caccia nei Grigioni nel giro di pochi giorni. Domenica 25 settembre un 52enne aveva perso la vita cadendo in una zona impervia nel territorio di Sumvitg, sempre in Surselva. Il suo corpo senza vita è stato trovato il giorno dopo in una vasta operazione di ricerca. L'uomo aveva poco prima ucciso una cerva e sventrato l'animale. Nella serata di lunedì 26 in un incidente analogo è morto in Mesolcina un altro cacciatore, un 62enne residente nella valle, il cui cadavere è stato trovato martedì mattina in un dirupo nella valle della Forcola, sopra Soazza. L'uomo aveva abbattuto un camoscio.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS