Navigation

GR: contributo cantonale per il sistema di preallarme a St. Moritz

Il Governo stanzia un contributo di 312mila franchi a favore del Comune di St. Moritz per il sistema di preallarme delle frane dal costo di 390mila franchi. KEYSTONE/St. Moritz Tourismus sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 05 marzo 2020 - 11:27
(Keystone-ATS)

Il Governo retico ha approvato il progetto riguardante il sistema di preallarme Brattas/God Ruinas di St. Moritz, garantendo al Comune un contributo massimo di 312'000 franchi su una spesa preventivata a 390 mila franchi. Lo indica la Cancelleria cantonale.

Il sistema di preallarme verrà allestito per migliorare la protezione dell'area di insediamento di St. Moritz da eventi naturali. L'attività mirata di monitoraggio di pendii instabili con il sistema di preallarme ha quale scopo, precisa il Governo, individuare in maniera precoce un'eventuale accelerazione di movimenti del terreno, permettendo l'adozione tempestiva di misure corrispondenti.

Una parte importante dell'area di insediamento di St. Moritz è situata su una grande frana composta dagli smottamenti Brattas e God Ruinas. Dagli anni '70 sono state svolte analisi geologiche, geotecniche e idrogeologiche.

In aggiunta vengono monitorati i movimenti della frana Brattas e della frana God Ruinas con misurazioni rispettivamente dal 1988 e dal 2010. Eventi di varia natura come ad esempio forti precipitazioni possono comportare un'accelerazione dei movimenti delle frane.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.