Navigation

GR: depositata iniziativa per abolizione tassa ecclesiastica

Questo contenuto è stato pubblicato il 27 agosto 2012 - 18:25
(Keystone-ATS)

Le aziende, nei Grigioni, non dovrebbero più pagare la tassa ecclesiastica: è perlomeno quanto chiede un'iniziativa lanciata dai giovani liberali-radicali, che hanno raccolto 4'200 firme - 200 in più del necessario - consegnate oggi alla Cancelleria cantonale.

I promotori, secondo quanto si legge in un comunicato, considerano che la tassa ecclesiastica per le persone giuridiche sia una misura coercitiva: le imprese, diversamente dalle persone fisiche, non possono infatti scegliere liberamente se sostenere o no la Chiesa con contributi finanziari.

In caso di accettazione dell'iniziativa gli sgravi fiscali per le imprese grigionesi sarebbero pari a dieci milioni di franchi.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?