Navigation

GR: filmati pornografici legali e illegali condivisi da minorenni

Comincia come chat fra ragazzi, finisce in procura davanti al magistrato. KEYSTONE sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 06 novembre 2019 - 17:30
(Keystone-ATS)

Dieci minorenni di Klosters (Prettigovia) si sono scambiati per mesi contenuti pornografici in parte vietati anche a un pubblico adulto. La polizia cantonale grigionese ha messo fine a una chat WhatsApp in cui erano coinvolti adolescenti di 14-17 anni.

Le forze dell'ordine hanno ricevuto lo scorso febbraio segnalazioni riguardo a un gruppo di giovani che, tramite il sistema di messaggeria, condivideva materiale pornografico, riferisce l'autorità in un comunicato odierno. Le verifiche hanno portato alla luce 970 file multimediali destinati a un pubblico adulto trafficati nell'arco di quattro mesi.

Fra i filmati caricati sulla Chat la polizia retica ha rinvenuto anche 19 video illegali pure per gli adulti. Si trattava di filmati violenti o contenenti scene di sesso vietate anche a un pubblico adulto.

Le indagini hanno condotto a dieci adolescenti tra i 14 e i 17 anni. Questi minori sono stati identificati come responsabili della condivisione dei dati illegali. Hanno ammesso gli addebiti: dovranno rispondere dei loro atti davanti alla Procura dei minorenni.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.