Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

COIRA - Il finanziamento delle cure nel canton Grigioni deve essere adeguato alle nuove prescrizioni della Confederazione. In base alla revisione parziale della legge proposta dal governo grigionese, il cantone e i comuni dovranno investire in futuro 3,8, rispettivamente 3,4 milioni di franchi in più ogni anno. Gli assicuratori malattia invece saranno sgravati di circa 4,2 milioni l'anno e i pazienti di 2,6 milioni. Il testo sarà discusso dal Gran Consiglio in agosto.
La revisione prevede che avranno diritto ai contributi tutte le case per anziani e di cura che figurano sull'elenco cantonale. Attualmente si tratta di 48 strutture, che mettono a disposizione circa 2'300 posti letto di cura. Il finanziamento delle spese per prestazioni non coperte dall'assicurazione obbligatoria sarà per il 15% a carico del Cantone e per l'85% del comune nel quale il paziente aveva il proprio domicilio civile prima di essere ricoverato.
Nel settore ambulatoriale, il cantone si assume il 55% del finanziamento residuo dei costi delle prestazioni, i comuni il 45%. Anche in questo caso l'obbligo di pagare spetta al comune di domicilio del paziente. Un'altra novità è che cantone e comuni dovranno farsi carico anche del finanziamento residuo delle spese di infermieri diplomati indipendenti e di servizi Spitex senza mandato di prestazioni comunale. Tuttavia, gli infermieri diplomati indipendenti continueranno a non ricevere contributi dall'ente pubblico per prestazioni di economia domestica e di assistenza e per il servizio pasti.

SDA-ATS