Navigation

GR: in consultazione nove modelli di elezione del Gran consiglio

Lo scorso agosto il Tribunale federale ha dichiarato parzialmente incostituzionale il sistema elettorale per l'elezione del Gran consiglio grigionese. Keystone/GIAN EHRENZELLER sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 01 aprile 2020 - 17:47
(Keystone-ATS)

Alle elezioni del 2022 i cittadini grigionesi non dovrebbero più eleggere i membri del Gran consiglio in base al sistema maggioritario ma a quello proporzionale. Il Governo ha posto in consultazione fino al 30 giugno ben nove diversi modelli di voto.

Dopo che lo scorso agosto il Tribunale federale (TF) ha dichiarato parzialmente incostituzionale il sistema elettorale cantonale per l'elezione del Gran consiglio, il Governo grigionese ha commissionato una perizia esterna al professor Andreas Glaser, titolare della cattedra di diritto costituzionale, amministrativo ed europeo presso l'Università di Zurigo. L'esperto, indica un comunicato diramato oggi, è giunto alla conclusione che, anche dopo la sentenza del TF, per i Grigioni esiste un'ampia scelta di possibili modelli di sistema elettorale conformi alla Costituzione.

L'esecutivo ha proceduto a un'analisi dei nove modelli e a suo avviso, in linea di principio, entrano in questione tre sistemi. In particolare, "tenendo conto della lunga serie di decisioni democratiche adottate dal popolo grigionese a favore del sistema elettorale maggioritario, il Governo potrebbe sostenere il modello A (sistema maggioritario) o eventualmente anche il modello E (sistema maggioritario con due circondari a sistema proporzionale), qualora dovesse risultare che uno di questi sistemi potrebbe godere di un'accettazione politica sufficientemente ampia".

"In un'ottica globale, secondo il Governo il sistema biproporzionale nel rapporto tra Cantone e gli attuali circondari elettorali (modello C) è però quello che soddisfa meglio i requisiti" in quanto "offre una reale opportunità per porre fine a una lunga discussione politica relativa al giusto sistema per l'elezione del Gran consiglio e per creare condizioni istituzionali stabili".

I tempi a disposizione per il progetto di adeguamento del sistema elettorale, molto impegnativo, sono assai stretti: il dibattito in Gran consiglio relativo al progetto è previsto già per la sessione di dicembre. La votazione popolare probabilmente necessaria è in programma per il 13 giugno 2021.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.