Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

L'albergo in fiamme.

KEYSTONE

(sda-ats)

Ammontano a 15 milioni di franchi i danni provocati dall'incendio che distrusse il Posthotel ad Arosa (GR) lo scorso 30 dicembre.

Malgrado l'alta cifra, l'assicurazione fabbricati dei Grigioni (GVG) chiude comunque positivamente i conti del 2016, come ha comunicato nella mattinata odierna in una conferenza stampa a Coira.

L'incendio che rase praticamente al suolo l'hotel è quello che ha provocato il secondo danno economico più elevato negli ultimi 110 anni, spiega la GVG.

Solo una volta la cifra di 15 milioni è stata superata, ha ricordato il direttore dell'assicurazione Markus Feltscher: nel maggio del 1989 l'incendio dell'hotel Waldhaus a Tarasp (Engadina Bassa) provocò danni per ben 23 milioni di franchi.

La GVG può reggere l'impegno finanziario. I conti del 2016 chiudono infatti con segno positivo, anche se solo grazie ad un utile di 31 milioni negli investimenti finanziari. Questo avanzo ha trasformato una perdita operativa di 5 milioni di franchi nel bilancio complessivo in un utile di 26 milioni.

La somma non è stata ancora rimborsata, ha dichiarato Feltscher. Il caso non è ancora chiuso: le cause dell'incendio dell'hotel, situato nelle vicinanze della stazione e praticamente pieno quando divamparono le fiamme, sono ancora oggi da chiarire. Le indagini della polizia sono tuttora in corso.

Nel pomeriggio del 30 dicembre 2016, le fiamme che hanno distrutto l'albergo divamparono dai piani inferiori dell'edificio per poi propagarsi a quelli superiori. Circa 150 persone furono fatte sfollare dall'hotel.

Tre persone riportarono un'intossicazione da fumo. Tre pompieri ed altre dieci persone rimasero ferite lievemente e furono medicate sul posto. I pompieri impiegarono ben 36 ore per spegnere totalmente le fiamme.

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

SDA-ATS