Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

La dicitura sulla facciata dell'estensione del Museo d'arte dei Grigioni dovrà essere realizzata nelle tre lingue cantonali. La scritta e il logo unicamente in tedesco saranno quindi rimossi. Lo ha deciso il Governo cantonale.

La decisione fa seguito alle critiche della Pro Grigioni italiano e della Lia Rumantscha, indica una nota diramata oggi.

L'estensione del Museo d'arte dei Grigioni, inaugurata in giugno, aveva sulla facciata una sola dicitura in tedesco, "Bündner Kunst Museum Chur". I rappresentanti delle altre due comunità linguistiche cantonali avevano immediatamente protestato.

Il capo del Dipartimento costruzioni, trasporti e foreste Mario Cavigelli (PDC) aveva spiegato all'ats che la scritta era un logo e non una dicitura ufficiale, ma aveva ammesso che si era trattato di "un passo falso". Inizialmente il Cantone, in qualità di proprietario della costruzione, aveva proposto di apporre le scritte "Museum d'art dal Grischun" e "Museo d'arte dei Grigioni" su altre due facciate.

Ora invece ha deciso di far togliere la scritta unicamente in tedesco e di sostituirla con una nella tre lingue cantonali.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS