Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

L'orso denominato M25, recentemente arrivato nel canton Grigioni dall'Italia, ha ucciso un asino la scorsa notte presso Brusio, in Val Poschiavo. Ne ha dato notizia oggi l'Ufficio per la caccia e la pesca cantonale, precisando che la vittima si trovava con altri cinque asini in un prato recintato.

L'orso maschio di due anni era stato avvistato per la prima volta a Zernez, in Bassa Engadina, lo scorso 9 maggio. L'animale sarebbe entrato la notte precedente nella Val Monastero dal Trentino-Alto Adige, dove era stato munito di un trasmettitore in febbraio. Nelle ultime due settimane ha vagato soprattutto per la Bassa Engadina, dove ha già sbranato 17 pecore, di cui nove nella sola notte tra il 15 e il 16 maggio.

In precedenza l'ultimo orso apparso nei Grigioni era stato M13, che è stato ucciso il 19 febbraio 2013 proprio in Val Poschiavo per motivi di sicurezza: l'animale di tre anni si avvicinava sempre di più alle persone in cerca di cibo.

L'uccisione aveva scatenato un'ondata di indignazione, anche fuori dai confini nazionali. Persino l'ex ministro degli esteri italiano Franco Frattini si era mobilitato e aveva lanciato su internet una raccolta di firme per chiedere al governo di Roma di protestare ufficialmente con la Svizzera per l'uccisione dell'"orso trentino".

SDA-ATS