Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Il Parlamento greco ha approvato un disegno di legge che consentirà al governo di chiudere decine di università qualora scegliesse di ridurre la spesa pubblica anche nel settore della pubblica istruzione. Lo riferisce oggi il quotidiano Athens News.

Il provvedimento è diventato legge ieri sera con il voto di 163 deputati dei tre partiti che formano la coalizione di governo: Nea Dimokratia (centro-destra), Pasok (socialista) e Sinistra Democratica.

Hanno votato contro il progetto di legge 101 deputati dei partiti dell'opposizione ma anche sei parlamentari del Pasok tra cui l'ex primo ministro Giorgos Papandreou. In base alla nuova legge, gli atenei università potranno essere chiusi "quando ciò sia in accordo con le esigenze dell'economia nazionale".

Nei giorni scorsi, parlando ai microfoni di Mega Tv, il ministro dell'Istruzione, Costas Arvanitopoulos aveva affermato che "è impossibile per un Paese come la Grecia, con una popolazione di 11 milioni di persone, permettersi circa 40 atenei quando altre nazioni, come Israele, ne hanno solo sette o otto".

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS