Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Oggi come oggi le banche greche si trovano a vivere il loro peggiore momento dall'inizio della crisi economica in quanto, come hanno reso noto funzionari del settore creditizio ellenico, i depositi complessivi sono scesi sotto i 130 miliardi di euro.

Ciò, secondo gli esperti, significa che i risparmi fatti dai greci negli ultimi 11 anni sono in pratica andati in fumo.

Come riferisce oggi l'edizione online del quotidiano Kathimerini, anche nel mese di giugno 2012 - quando per la prima volta il Paese corse il rischio di uscire dall'Eurozona - in totale i depositi nelle banche ammontavano a 150 miliardi di euro, circa 22 miliardi più di oggi. Allo stesso tempo, i prestiti in sofferenza sono arrivati a un totale di 80 miliardi di euro, il massimo di sempre, mentre le emissioni di prestiti sono state drasticamente tagliate.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS