Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

ATENE - I camionisti greci, che da undici giorni scioperano contro la liberalizzazione della loro professione che giudicano "ingiusta", non mollano e mantengono la mobilitazione intorno ad Atene e Salonicco con oltre mille camion.
Durante la notte sono stati tolti i blocchi stradali che avevano interrotto ieri le principali vie di comunicazione nazionali dopo l'approvazione da parte del parlamento della contestata legge sulla liberalizzazione del settore. Ma gli autotrasportatori si riservano eventuali nuove azioni a sorpresa mentre per domani è convocata una riunione per decidere il futuro della protesta.
I proprietari delle autocisterne hanno da parte loro indetto una riunione per oggi, forse per decidere autonomamente la linea da seguire.
Ieri i camionisti, che per quasi due giorni sono rimasti accampati davanti al parlamento, avevano bloccato per diverse ore le autostrade Atene-Salonicco e Atene-Corinto nonchè la Via Egnatia, che va da est a ovest, e svincoli intorno alla capitale e Salonicco, creando grandi ingorghi di traffico.
La protesta degli autotrasportatori, che ferma oltre 4.000 Tir, sta provocando problemi all'industria e al commercio, mentre si teme una penuria di carburante che colpirebbe anche il turismo.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS