Navigation

Grecia: disoccupazione a livello record a settembre

Questo contenuto è stato pubblicato il 15 dicembre 2011 - 17:15
(Keystone-ATS)

Il tasso di disoccupazione in Grecia ha toccato il picco record del 17.7% nel terzo trimestre di quest'anno contro il 12.4% dello stesso periodo del 2010 e il 16,3% del secondo trimestre 2011. Lo rende noto l'agenza ANA citando gli ultimi dati diffusi oggi dall'Istituto statistico ellenico (Elstat) secondo cui il numero totale dei disoccupati sta rapidamente puntando verso il milione di unità su poco più di 11 milioni di abitanti del Paese.

Ad agosto scorso il tasso di disoccupazione aveva raggiunto il 18.4%, oltre sei punti percentuali rispetto allo stesso mese del 2010. I settori più colpiti dall'aumento del fenomeno sono quello edilizio, manifatturiero, della vendita al dettaglio e all'ingrosso che solo nell'ultimo anno hanno perso quasi 180.000 posti di lavoro.

Nell'eurozona, secondo gli ultimi dati Eurostat, la Grecia è seconda solo alla Spagna che, con il 22.6%, ha il più alto tasso di disoccupazione tra i Paesi dell'Ue. Austria e Paesi Bassi hanno il minore tasso di disoccupazione, rispettivamente con il 3.9% ed il 4.5%. Sempre secondo l'istituto di statistica europeo, a settembre erano circa 16.2 milioni i disoccupati nell'eurozona, quasi 188.000 in più rispetto al mese di agosto.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo