Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

"Il continente europeo è diviso tra nord e sud: c'è un nuovo muro di Berlino che si chiama euro. In questi anni di austerità, niente ha funzionato: sarebbe assurdo continuare su questa rotta", lo ha detto il leader euroscettico dell'Ukip Nigel Farage.

"Ci sono differenze culturali incolmabili, il progetto europeo sta morendo". Così Farage al premier greco Alexis Tsipras dopo il suo intervento all'Europarlamento. "Mitterand e gli altri padri dell'Europa hanno creduto che un giorno saremmo stati un popolo solo, ma non è così", ha aggiunto.

"Lei è stato coraggioso a indire il referendum", ora dopo il 'no' "porti il suo popolo fuori dall'euro a testa alta". Così il leader euroscettico dell'Ukip. "Non vi daranno di più se no anche altri Paesi Ue lo chiederanno", ha aggiunto, "la Grecia non avrebbe mai dovuto entrare nell'euro ma le grandi banche vi hanno costretto".

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS