"C'è un significativo avvicinamento delle posizioni ma non c'è un accordo finale su nessuno dei dossier. Ma se questo trend continua, raggiungeremo un'intesa".

È quanto fanno sapere fonti europee, spiegando che la data limite per un accordo tra tecnici ('staff level agreement', ndr) è la prima settimana di giugno.

Le fonti spiegano che "l'organizzazione e la struttura dei negoziati sono migliorati, ma siamo ancora lontani da un accordo in vista". Per questo all'Eurogruppo "lunedì non ci sarà alcuna conclusione finale, ma i ministri prenderanno atto del miglioramento delle trattative e inviteranno ad andare avanti".

Per quanto riguarda la questione della liquidità, le fonti sono fiduciose che "i pagamenti (al Fmi, ndr) saranno effettuati facilmente".

Sulla sostanza dei negoziati, vi sono progressi ma non sufficienti. Ad esempio, "c'è ancora la discussione sull'Iva che è un tema molto importante per completare la 'review'", perché le istituzioni vorrebbero che venisse uniformata in tutto il Paese e che le esenzioni alle isole venissero abolite.

Parole chiave

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.