Navigation

Grecia: governo, 83,5% privati ha aderito a swap

Questo contenuto è stato pubblicato il 09 marzo 2012 - 10:20
(Keystone-ATS)

La Grecia ha raccolto l'83,5% di sottoscrizioni di creditori privati, di cui l'85,8% di soli detentori di titoli di debito pubblico, alla sua offerta di swap del debito: lo ha dichiarato ufficialmente il governo di Atene.

Il governo greco è soddisfatto dal successo ottenuto dalla sua offerta di swap del debito: "Si tratta di un momento storico" ha dichiarato il portavoce del governo Pantelis Kapsis come riferiscono stamani i media ellenici.

Il ministro delle Finanze Evangelos Venizelos terrà oggi a mezzogiorno una conferenza stampa, mentre per il pomeriggio è in programma una riunione del Consiglio dei ministri. Alle 15.00 si riunirà a Bruxelles l'Eurogruppo per decidere l'attivazione o meno delle clausole di azione collettiva.

Venizelos ha voluto ringraziare da parte della Grecia i creditori del Paese. "Vorrei, da parte della Grecia - ha detto - esprimere la mia stima a tutti i nostri creditori che hanno sostenuto il nostro ambizioso programma di riforme e che hanno condiviso i sacrifici del popolo greco in questo sforzo storico. Con il sostegno delle istituzioni e dei creditori privati, la Grecia continuerà ad attuare le misure necessarie per raggiungere le riforme economiche e istituzionali per le quali si è impegnata e che riporteranno la Grecia sulla strada dello sviluppo sostenibile", ha concluso.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?