Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

La democrazia in Grecia sta battendo in ritirata di fronte alle minacce eversive e il Paese è il più corrotto d'Europa: è questa la spietata e preoccupante analisi di uno studio europeo secondo cui in questo Paese - dove la democrazia nacque oltre 2000 anni fa e che da cinque anni lotta contro una grave crisi economica - lo Stato di diritto, il controllo della corruzione e la stabilità politica sono in progressivo declino.

Il rapporto della Demos, pubblicato con il titolo "Apostati: Misurare la democrazia nell'Unione europea" con il sostegno dei socialisti e dei gruppi democratici del Parlamento europeo, afferma che la Grecia e altri Paesi dell'Ue stanno lottando per salvaguardare quei principi democratici che a suo tempo assicurarono loro l'ingresso nel club europeo. La Grecia e l'Ungheria sono, secondo lo studio, "i più significativi apostati della democrazia" e che la prima è "la più corrotta" nazione del blocco.

"I ricercatori hanno riscontrato che la Grecia è travolta da un elevato tasso di disoccupazione, da tensioni sociali, da una corruzione endemica e da una profonda sfiducia nei confronti della classe politica", ha spiegato il responsabile del rapporto, Jonathan Birdwell, il quale - dopo aver messo in evidenza l'ascesa del partito di estrema destra Chrysi Avgì (Alba Dorata), di cui sono ben note le simpatie filo-naziste - ha esortato l'Ue ad assumersi il ruolo di "cane da guardia" della democrazia sul continente.

Proprio oggi, ad Atene, un giudice ha ordinato l'apertura di un'inchiesta sul sito web del sindacato dei riservisti delle forze speciali greche in cui è stata pubblicata una richiesta di dimissioni del governo e del presidente della Repubblica e la successiva formazione di un esecutivo ad interim "sotto la tutela" delle forze armate.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS