Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Nuovi tagli in vista in Grecia, dove il ministero delle Finanze intende portare alle casse dello stato 11,7 miliardi di euro per il periodo 2013-14 con un piano di tagli alle pensioni, ai sussidi sociali, alle spese per il settore sanitario e all'indennità di fine lavoro.

Il premier Antonis Samaras ne parla oggi a mezzogiorno in un incontro con i leader dei partiti che sostengono la coalizione di governo: Evaghelos Venizelos del Pasok e Fotis Kouvelis della Sinistra Democratica.

La decisione avviene in un clima di grande incertezza, soprattutto per effetto degli attacchi di ambienti economico- finanziari internazionali, che paventano il fallimento o l'abbandono dell'euro da parte di Atene.

Degli 11,7 miliardi richiesti per il biennio, quasi la metà, 5 miliardi di euro, verranno dai tagli nel Ministero del Lavoro e della Previdenza Sociale. La lista dei tagli proposti dal Ministero delle Finanze, sara sottoposta dal Ministro delle Finanze, Giannis Sturnaras, all'approvazione dei rappresentanti della troika (Fmi, Ue e Bce), nel loro incontro previsto per oggi.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.








Teaser Longform The citizens' meeting

Non mancate il nostro approfondimento sulla democrazia diretta svizzera

1968 in Svizzera

SDA-ATS